Patologia Cardiovascolare

3. GLI ESAMI CARDIOLOGICI

3.7 RISONANZA MAGNETICA CARDIACA

La Risonanza Magnetica é una moderna tecnica diagnostica usata in medicina che fornisce immagini dettagliate del corpo umano.

Ha il grosso vantaggio di non richiedere l'uso di raggi X perché le immagini del corpo umano sono prodotte mediante campi magnetici e onde radio.

Anche in cardiologia molte sono le applicazione della RMN cuore. In primo luogo, la risonanza magnetica viene usata per eseguire valutazioni morfologiche delle anomalie cardiache e dei grandi vasi sanguigni.

E' possibile studiare non solo forma e dimensioni del cuore (es. misurare la massa e volume), ma anche il funzionamento dell'organo, valutando la funzione sistolica e diastolica ventricolare destra e sinistra e le caratteristiche del tessuto miocardico (come presenza di aree di fibrosi o sostituzione adiposa) .

E' utile quindi nella valutazione delle cardiomiopatie e delle forme congenite.

La tecnica è poi molto efficace anche per lo screening, la diagnosi e il controllo delle patologie dell'aorta.

La risonanza magnetica ha un ruolo anche nello studio delle masse intracardiache (come i tumori del cuore) in cui l'ecocardiografia può risultare non conclusiva.

Va ricordato, infine, che questa tecnica è molto efficace nella valutazione delle malattie cardiache ischemiche, non soltanto per la definizione dell'anatomia coronarica ma anche per determinare la perfusione del miocardio e il flusso coronarico.



Torna Indietro